Il favoloso mondo di Amélie

(in lingua originale con sottotitoli in italiano)

Regia: Jean-Pierre Jeunet
Anno: 2001
Durata: 120 minuti
Cast: di Jean-Pierre Jeunet. Con Audrey Tautou, Mathieu Kassovitz, Dominique Pinon, Rufus, Jamel Debbouze
Sceneggiatura: Jean-Pierre Jeunet e Guillaume Laurant
Fotografia: Bruno Delbonnel

Premi: 2001 European Film Awards: Miglior Film, Miglior regia a Jean-Pierre Jeunet, Miglior fotografia a Bruno Delbonnel. 2002 British Academy Film Award: Miglior scenografia ad Aline Bonetto e Migliore sceneggiatura originale a Jean-Pierre Jeunet e Guillaume Laurant. Premi Céser: Miglior Film, Miglior regia a Jean-Pierre Jeunet, Miglior scenografia ad Aline Bonetto e Miglior colonna sonora a Yann Tierse.

Sinossi: La vita solitaria di Amélie cambia quando la ventiduenne sceglie di entrare a fin di bene nelle vite altrui. L’episodio che scatena il suo cambiamento è la morte di Lady Diana. Guardano il servizio dell’incidente, le cade di mano un tappo di bottiglia che finisce sotto una piastrella, dove Amélie trova una vecchia scatola di cianfrusaglie (figurine, la foto di un calciatore, un ciclista di ferro). Si mette in testa di rintracciare il proprietario, lo trova, gli restituisce il “ricordo” e gli cambia la vita. Da quel momento incontrerà personaggi e situazioni bizzarre, compreso l’amore della sua vita.

Jean-Pierre Jeunet è nato a Roanne nel 1953. È un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico il quale ha iniziato producendo cortometraggi, video d’arte e spot pubblicitari. Lo stile goticheggiante e istrionico, il montaggio frenetico, l’atmosfera cupa e surreale sono i tratti distintivi delle sue realizzazioni. Nel 1997 gli viene affidato il quarto capitolo di Alien – La clonazione, con un buon successo di pubblico.

Acquista ora il biglietto